Il Quintetto

Associazione Atistica Europea - Roma

Galá al Circolo del Ministero degli Affari Esteri

Roma - Maggio 2013

Il Ministero degli Affari Esteri mantiene, attraverso gli Ambasciatori del Popolo Italiano, contatti con tutti i Paesi del Mondo: la sera del due maggio, un concerto di musiche operistiche prevalentemente italiane, eseguite presso il Circolo dello stesso Ministero, ha inviato messaggi di musiche immortali in tutto il mondo. Solamente con la musica è possibile inviare messaggi universali in tutto il mondo, senza alcun confine di spazio, di tempo o di lingua. La musica da sempre ha inviato messaggi per tutta l’umanità, di armonia e di concordia, senza alcuna implicazione politica o di nessun altro genere, e, soprattutto, la musica italiana, che viene eseguita da musicisti di tutto il mondo: infatti, la maggior parte degli stranieri che giungono in Italia per studiare, vengono per studiare musica nei nostri Conservatori. Nella bella cornice del Circolo del Ministero degli Affari Esteri si è infatti svolto un applauditissimo Galà Lirico, con la prestigiosa collaborazione al pianoforte del famoso Maestro Rolando Nicolosi, pianista e compositore insigne. Il concerto era davvero internazionale: il maestro Nicolosi è argentino, figlio di emigrati italiani, il giovane tenore Aleandro Mariani, invece, italiano, e l’ospite d’onore, il soprano Haydèe Dabusti, anch’ella argentina. Il Direttore, poi, e tutti i membri del Circolo si sono prodigati senza risparmio per assicurare la perfetta riuscita della manifestazione anche nei minimi particolari. Il programma era bello e variato; nella prima parte, introdotta dall’esecuzione della Meditation, tratta dalla Thais di Jules Massenet, eseguita al pianoforte dal leggendario Rolando Nicolosi, arie famose da opere di Giacomo Puccini e Umberto Giordano. Il programma vocale è iniziato con due bellissime composizioni di Rolando Nicolosi: così come il nostro Sommo Pontefice Francesco ha voluto iniziare il suo Pontificato recitando l’Ave Maria, il programma del concerto è iniziato con l’Ave Maria composta da Rolando Nicolosi, già eseguita e trasmessa in Mondovisione durante la cerimonia di beatificazione del Papa Giovanni Paolo II, seguita da brani di compositori argentini, Alberto Ginastera e Carlos Gardel, e poi la travolgente romanza “ La Musica es Vida”, composta su commoventi versi di Nilda Nicolosi, sorella del Maestro. “La Musica es Vida” è stata cantata con la sua meravigliosa voce dallo stupendo tenore Aleandro Mariani, con profonda emozione e grande sentimento, coinvolgendo e trascinando l’eletto pubblico che gremiva la splendida e prestigiosissima Sala da Concerto del Circolo, creando un’atmosfera magica.
Il giovanissimo Tenore ha voluto dedicare l’interpretazione di questo brano alla famiglia Nicolosi, specialmente alla nipote del Maestro, dott.ssa Graciela Moscatello Banegas, presente in Sala. La seconda parte del Gran Galà Lirico è stata dedicata a musiche di Giuseppe Verdi, in occasione del bicentenario della nascita: brani tratti da “Un Ballo in Maschera”, dalla “Traviata” e dal “Rigoletto”. Il famosissimo soprano argentino Haydée Dabusti ha incantato gli ascoltatori con la sua bellissima voce calda e profonda e la sua magistrale interpretazione appassionata, ottenendo vivissimi applausi, così come il bravissimo giovane tenore Aleandro Mariani. Il Maestro Rolando Nicolosi, la cui fama è ormai leggendaria, applauditissimo anch’egli, ha eseguito come solista oltre la commovente Meditazione di Massenet, l’Intermezzo dalla Manon Lescaut di Puccini anche una bellissima “Parafrasi” di sua composizione dalla Turandot di Giacomo Puccini. Nella seconda parte il Preludio al Terzo Atto della Traviata e la travolgente Marcia Trionfale dall’ Aida di Giuseppe Verdi. L’ultimo brano del concerto, il Brindisi dal Primo Atto della Traviata, ha profondamente coinvolto il pubblico, già favorevolmente colpito, tanto da cantare insieme al soprano ed al tenore quella musica così bella e così trascinante. Tutti i brani del concerto sono stati presentati da Orchidea Salvati, docente di Estetica Musicale al Conservatorio di Santa Cecilia, che, con la sua voce dolce e melodiosa, ha spiegato il significato di tutti i brani eseguiti, fornendo una semplice, ma dottissima introduzione storica e musicale: tanti applausi anche alla presentatrice dal pubblico che affollava la Sala, e che ha mostrato di apprezzare moltissimo le sue spiegazioni.

Vincenzo Niutta
Articolo Articolo  Storico Torna alla home Stampa Stampa

 


In edicola

Spazio Pubblicitario

Spettacoli degli Amici




Multimedia


Storico




Clicca per ingrandire

Utenti on-line

Ci sono 63 persone collegate